Serissa Foetida

Andare in basso

Serissa Foetida

Messaggio Da Tiger il Ven Gen 09, 2015 9:34 pm

Messaggio da Memento » 28 nov 2009, 17:00



Dominio
Eukaryota
Regno
Plantae
Divisione
Magnoliophyta
Classe
Magnoliopsida
Ordine
Gentianales
Famiglia
Rubiaceae
Genere
Serissa
Specie
S. foetida

Descrizione
La serissa, pianta che appartiene alla famiglia delle Rubiaceae (di cui fanno parte all'incirca 4500-5000 specie) ha come provenienza l'Estremo Oriente. In natura ha un tipico portamento arbustivo, con tronchi alti fino a 60 cm.Ha foglie molto piccole e sottili, ovali, con colorazione verde lucida. Esistono alcune varietà, denominate variegate, in cui il verde è interrotto da striature bianche o gialle. Se spezzate,le foglie, emanano un cattivo odore, da cui il nome scientifico di Serissa foetida. Durante l'estate si ricopre di una abbondante fioritura bianca. Il suo tronco, solitamente contorto e profondamente inciso, ha colore beige o grigio chiaro e tende a schiarirsi ulteriormente con l'età.

Fioritura e fruttificazione
La fioritura avviene in maniera sporadica nei mesi più caldi estivi fino all'autunno.
Il colore dei fiori varia dal bianco a varie tonalità di rosa.



Esposizione
Essendo piante di origine tropicale e subtropicale temono temperature al di sotti dei 10-15 gradi. Vanno quindi riparate in casa nei periodi invernali non trascurandone comunque il bisogno di una buone esposizione luminosa. Mal sopporta comunque i raggi diretti del sole, per questo, anche quando portata all'esterno, va sistemata in zona riparata.

Annaffiatura
Necessita di frequenti annaffiature durante i periodi estivi, quando posta all'esterno, mentre maggiore oculatezza deve essere posta ad eccessivi ristagni idrici quando tenuta al chiuso nei mesi invernali.

Potatura
Cimare le nuove cacciate durante tutto il periodo vegetativo, porre particolare attenzione a potature piu invasive che potrebbero causare drastici ritiri di linfa peculiari di questa specie. Effettuare questo tipo di potature preferibilmente in autunno avendo cura di sigillare i tagli con mastice cicatrizzante.

Pinzatura
Pinzare i nuovi germogli durante tutto l'anno lasciando le prime due coppie di foglie.

Legatura
Prestare particolare attenzione durante l'avvolgimento dei rami, anche se giovani, data l'eccessiva fragilità del legno di questa specie. Preferibile sarebbe una impostazione con sole potature. L'avvolgimento può comunque essere praticato durante tutto il periodo dell'anno, anche se viene maggiormente tollerato in primavera, quando i rami sono leggermente piu flessibili. Porre particolare attenzione a che il filo non intacchi la corteccia, provocando così inestetismi ed eccessivo stress a una pianta già di per sè delicata.

Rinvaso
Da effettuare in tarda primavera, ogni 3 4 anni su esemplari piu vecchi mentre ogni due su quelli piu giovani. Prestare attenzione a creare un substrato adeguatamente drenante, in vista del ricovero invernale in casa, ma con una buona percentuale di terriccio universale, visto che la serissa ama terreni che trattengono leggermente l'umidità.

Concimazione
Si consiglia di concimare da marzo a ottobre, con maggiore frequenza quando viene posta all'esterno (ogni 15 giorni circa) riducendo a una volta al mese quando invece viene riparata in casa.

Difesa dai parassiti
E' una specie piuttosto delicata e va soggetta molto spesso a marciume radicale, proprio a causa degli obbligati ricoveri in ambienti chiusi nel periodo invernale. E' inoltre soggetta all'attacco di cocciniglia, afidi, oidio e ragnetto rosso.
avatar
Tiger

Messaggi : 1749
Data d'iscrizione : 09.01.15
Età : 43
Località : Montevarchi (Ar) (m.s.m 200)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum