Riconoscimento conifere

Andare in basso

Riconoscimento conifere Empty Riconoscimento conifere

Messaggio Da richiurci il Mer Set 02, 2015 1:28 pm

Ciao a tutti.

Spero di non aver sbagliato sezione... eventualmente un moderatore provvederà a spostare Embarassed

Anche quest'estate ho effettuato una serie di prelievi in natura di "cuccioli" di varie essenze.

Forse è un mio limite ma ho scoperto di non avere ben chiare le differenze e le caratteristiche delle varie conifere, ed alcune faccio fatica a riconoscerle e distinguerle (es abete bianco e rosso).

Ho allora cominciato a spulciarmi una serie di link (principalmente wikipedia ma anche siti come questo) e metter giù un mio file.

Pensavo di condividere gradualmente le mie "scoperte", che per molti di voi saranno totalmente scontate, in modo da aiutare altri pivelli e soprattutto avere conferme dai più esperti.

La divisione Pinophyta comprende le piante comunemente chiamate conifere (portatrici di coni cioè di strobili), divise in 6-8 famiglie.
Tutte le conifere attuali sono legnose, in maggioranza alberi e pochi arbusti. Molte hanno foglie ad aghi, alcune a scaglie e poche hanno foglie larghe.

Solo 3 specie (Larix, Taxodium e Metasequoia) perdono le foglie in autunno.

Al momento mi sembra esistono essenzialmente 2 famiglie diffuse in Europa, le cupressacee (ginepro cipresso e altre), caratterizzate da foglie a squame, e le Pinacee (Pinaceae), che hanno in comune il fatto che le foglie sono aghiformi.

Mi ricordate quali sono le altre famiglie?

La famiglia Pinacee omprende la specie Abies (Abete bianco e altri), Cathaya, Cedrus (Cedri), Keteleeria, Larix (Larici), Nothotsuga, Picea o Pecci (Abete rosso e altri), Pinus, Pseudolarix, Pseudotsuga, Tsuga.
Solitamente sono piante sempreverdi, fanno eccezione i larici. In relazione ai loro organi riproduttivi sono piante monoiche (fiori maschili e femminili sulla stessa pianta).

Un primo criterio per distinguere tra loro le Pinacee (la famiglia forse più interessante per farne bonsai) sono ovviamente gli aghi.

Questo è quanto ho capito finora:

Gli aghi degli abeti e dei pecci sono solitari e inseriti singolarmente nei rami, particolare che li differenzia da pini, larici e cedri che hanno, invece, aghi riuniti in gruppetti (2,3 o 5 i pini, tra 10 e 40 larici e cedri).
Abete bianco: piatti, 1,5-3cm, inseriti singolarmente a doppio pettine, punta arrotondata e margini lisci
Abete rosso: appuntiti, fino a 2,5cm, sezione quadrangolare su cuscinetti in rilievo intorno al rametto
(tendenza a disporsi su piano orizzontale)
Cedro
Larice comune unica conifera decidua in Italia, aghi molli non pungenti, 1-4cm,
diventano gialli in autunno (rossi nel larice giapponese)
Pino cembro unico pino a 5 aghi spontaneo in Europa, lunghi 5-8cm
Pino domestico
Pino marittimo
Pino mugo a gruppi di 2, lunghi 3-5cm
Pino nero
Pino silvestre

Vi sembra tutto giusto? Se volete aggiungere altre info sulle specie che ancora non mi sono studiato....grazie!

richiurci
richiurci

Messaggi : 1024
Data d'iscrizione : 12.01.15
Età : 55
Località : Pessano (MI)

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.