Cocciniglia

Andare in basso

Cocciniglia

Messaggio Da Tiger il Lun Giu 01, 2015 2:20 pm

Cocciniglia


Le cocciniglie appartengono ad una famiglia molto numerosa (più di 8.000 specie) dove si possono riconoscere svariate varietà.
Le più comuni sono le C. Cotonose o Farinosa, e la C. Mezzo grano di pepe ...
Le dimensioni sono ridotte, raggiungono al massimo i 5 mm.
Solitamente i maschi delle C. sono di piccola dimensione dotati di antenne e quattro ali, ma solo quelle anteriori sono attue al volo.
Le femmine sono più immobili, prive di ali, e si possono annidare tra i rami, sotto le foglie e i germogli , tra le scaglie della corteccia di piante tipo pini o ginepri.
Spesso vivono e vengono trasportate e o spostate dalle formiche che le allevano  e le difendono, perchè anche le C. come gli afidi producono un melata le cui formiche sono molto ghiotte.
Le C. attaccano molti tipi di piante, piante da frutto , olivi, viti e conifere.

Cocciniglia cotonosa nascosta nella fessura della corteccia





Cocciniglia cotonosa su pino nero.


Altro tipo di cocciniglia sopra aghi di pino.


I loro metodi di difesa sono molto vari e differenti da specie a specie grazie a delle ghiandole presente nel loro corpo;
Ci sono quelle che hanno un rivestimento rigido esterno, oppure quelle che secerneano materiale ceroso, e quelle che hanno un rivestimento filamentoso.
Il loro abitat migliore è in presenza di ambienti caldo umidi che ne aumentano la loro riproduttività.
Si riproducono per lo più previo accoppiamento, ma anche senza l'accoppiamento. In genere compiono 1 o più generazioni l'anno. Sono per lo più ovipare, ma alcune specie sono ovovivipare o vivipare.
Solitamente producono numerosissime uova che una volta schiuse i piccoli allo stato larvale infestano molto rapidamente la pianta.
Le uova sono generalmente protette da secrezioni cerose e rimangono riparate sotto il corpo della madre.
I danni sono perlopiù riconducibili alle femmine dato che i maschi non possiedono un apparato  boccale atrofico.
L'attacco della C. femmina avviene tramite l'apparato boccale pungente, che le permette di succhiare linfa.
La presenza di tale attacco denota un deperimento delle parti della pianta l'ingiallimento e indebolimento con scarsa rendita vegetativa, difficilmente o quasi mai possono causare la morte dell'intera pianta.

Cocciniglia su ginepro Procumbers.


Cocciniglia allevata dalle formiche.


Altro nascondiglio delle formiche dove coltivare la cocciniglia.

Si tratta però di insetti che per loro natura necessitano di un grande apporto proteico che trovano nella linfa e sono obbligati a succhiarne in grandi quantità.
In questo modo saranno costrette a smaltire parti di acqua e zuccheri in eccesso (ricavati dalla linfa) per questo le C.  rilascia una melata molto appiccicosa.
Per contrastare il proliferare delle C. non è consigliabile prodotti antiparassitari o per insetti comune, perchè grazie alle loro difese come gli scudi le parti cerose ecc. ecc. rendono tali applicazioni non idonee per debellarle.
Il miglior rimedio si ha con prodotti specifici come Olio Bianco, o prodotti  premiscelati  anticocciniglia.
In casi di infestazione iniziale dove la presenza è minima si può ricorrere anche ad una rimozione manuale, di ogni singola Cocciniglia.

_________________
avatar
Tiger

Messaggi : 1702
Data d'iscrizione : 09.01.15
Età : 43
Località : Montevarchi (Ar) (m.s.m 200)

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum