Carmona Retusa

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Carmona Retusa

Messaggio Da Tiger il Sab Mar 28, 2015 8:14 pm

Scheda: Carmona




Dominio
Eukaryota
Regno
Plantae
Divisione
Magnoliophyta
Classe
Magnoliopsida
Ordine
Lamiales
Famiglia
Boraginaceae
Genere
Carmona
Specie
C. retusa



Descrizione
La Carmona, è una piccola pianta che è originaria dell'Asia, principalmente dalla Cina è anche conosciuta con il nome di albero del  tè del Fukien o tè coreano. Appartiene alla famiglia delle sempreverdi e le due varietà più conosciute sono: Carmona microphylla e Carmona macrophylla.
Apprezzata nel mondo del bonsai per le sue foglie non molto grandi ovali, lucide, verde scuro, sessili o spicciolate, che presentano una pelosità breve e ruvida, e per la conformazione dei suoi rami che hanno un aspetto spesso ritorto e negli esemplari un po più maturi una certa rugosità, che gli fa assumere un aspetto vissuto e vetusto.
Non è comunque una pianta di facile gestione e coltivazione perchè risulta essere delicata e soggetta a facile deperimento, pertanto se ne sconsiglia l'acquisto ai neofiti.


Fioritura e fruttificazione
La Carmona fa dei  piccoli fiori bianchi con infiorescenze cimose, in pannocchie terminali; il caliceè a cinque divisioni, la corolla ha cinque lobi ottusi e patenti, seguiti, a fine estate, da frutti tondeggianti che sono piccole drupe, spesso delle dimensioni di un pisello, di colore verde nel momento dello sviluppo, rosso quando maturo.


Esposizione
Pianta assai delicata che non ama sbalzi di temperature e cambio di posto repentini.
Essendo una pianta di origine tropicale male si adatta ai nostri inverni freddi quindi si consiglia di farla svernare in ambienti più acclimatati, e comunque non inferiori ai 10/15 gradi.
Attenzione alle correnti di aria fredda.
In estate va benissimo una posizione mezzombra luminosa, non tollera molto i raggi diretti del sole.



Irrigazione
Regolari ma va prestata molta attenzione in modo da non far ristagnare l'acqua:
Si consiglia di far asciugare l terreno tra una irrigazione e l'altra.
Durante l'irrigazione assicurarsi di bagnare bene e che l'acqua raggiunga bene l'apparato radicale.
Spesso errori di irrigazione possono essere fattori determinanti per la sopravvivenza della Carmona.



Potatura
La potatura si effettua nel periodo primaverile dopo la stasi invernale della pianta, la potatura serve principalmente per la formare e la correzione e o eliminazione di tutti quei rami che risultano antiestetici



Pinzatura
La pinzatura dei germogli troppo lunghi. Il modo migliore per effettuarla è tramite l'uso di forbici specifiche, lasciando su ogni ramo a 2 o 3 foglie ogni volta che i germogli ne presentano 7 o 8.



Defogliazione
Non necessaria



Legatura
La Carmona non sopporta l'uso del filo essendo i suoi rami molto fragili si rischia di inciderli lasciando solchi antiestetici, meglio l'uso di tiranti .


Rinvaso
Ogni 1 o 2 anni , dipende dallo stato di età della pianta.
Terreno drenante, ma deve allo stesso tempo mantenere una certa umidità.
Va benissimo una miscela composta da pomice o akadama con l'aggiunta di  un po di T.U.


Concimazione
Mensile. Doto che è delicata la Carmona potrebbe risultare sensibile a un eventuale concime, quindi nel caso di un ingiallimento fogliare è consigliabile dimezzare le quantità di concime.



Difesa dai parassiti
La Carmona solitamente viene attaccata da insetti come cocciniglie, afidi e ragnetto rosso.
E' consigliabile eliminare tali ospiti indesiderati manualmente, prima che si riproducano e si moltiplichino in maniera smisurata, dato che le foglie sono sensibili e mal tollerano agenti chimici.
Trattare con prodotti naturali.

_________________
avatar
Tiger

Messaggi : 1574
Data d'iscrizione : 09.01.15
Età : 42
Località : Montevarchi (Ar) (m.s.m 200)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum