W.I.P. Hibiscus Syriacus scopa... a tronco cavo

Pagina 2 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: W.I.P. Hibiscus Syriacus scopa... a tronco cavo

Messaggio Da boba74 il Mar Feb 03, 2015 4:57 pm

Messaggio da boba74 » gio dic 04, 2008 4:50 pm

cliat ha scritto:

è vero anche quanto dice Giorgio sulla non potatura corta, ma secondo me potando corto avresti delle biforcazioni vicine al taglio che nello stile a scopa sono fondamentali per creare secondari e terziari.
dovresti cercare di avere una biforcazione all'anno...

Quindi secondo te per creare una biforcazione all'anno dovrei potare solo una volta all'anno... cioè senza eseguire cimature al verde?

_________________
L'evoluzione c'entra. Sempre.

avatar
boba74

Messaggi : 436
Data d'iscrizione : 09.01.15
Località : Ferrara

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: W.I.P. Hibiscus Syriacus scopa... a tronco cavo

Messaggio Da boba74 il Mar Feb 03, 2015 4:58 pm

Messaggio da luca75 » gio dic 04, 2008 6:02 pm

Secondo me, da ora in avanti, il verde va cimato e provo a spiegare perchè...diciamo che ora si pota ad una gemma....si avranno di conseguenza tutti e 10 i rametti ridotti a moncherini. A primavera la pianta ripartira dalle 10 gemme lasciate. Se si lascia allungare liberamente per poi potare quando sarà nuovamente spoglia, bisognerà evitare di potare alla seconda gemma altrimenti si otterrà solo la conicità del ramo ma non si avrà ramificazione secondaria.
Con la cimatura del verde invece si stimolerà la pianta a prepararsi ad infittire la chioma con la partenza dei secondari.....spero di essermi spiegato cosa?_xx
LUCA

Messaggio da cliat » ven dic 05, 2008 11:07 am

l'importante è far fare alla pianta biforcazioni ravvicinate e vicino alla capèitozzatura e poi lasciar crescere sopra la biforcazione per poi potare l'anno successivo sopra la biforcazione creata durante l'anno.

Per lo stile a scopa con le zellkove consigliano anche di legare la ramificazione a gruppi di rami. In sostanza con del filo (non necessariamente bonsai) si uniscono i rami a gruppi proprio per creare l'effetto scopa (cfr B&N n°42 per esempio) di una ramificazione ravvicinata

_________________
L'evoluzione c'entra. Sempre.

avatar
boba74

Messaggi : 436
Data d'iscrizione : 09.01.15
Località : Ferrara

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: W.I.P. Hibiscus Syriacus scopa... a tronco cavo

Messaggio Da boba74 il Mar Feb 03, 2015 4:59 pm

Messaggioda boba74 » ven dic 05, 2008 11:47 am

per "legare i rami a gruppi" intendi allo scopo di ravvicinarli, o proprio a farli toccare?

Comunque mi pare di aver capito il discorso della potatura fatto da Luca: se io adesso potassi lasciando 2 gemme otterrei meno conicità che non potare a una gemma e poi cimare al verde per "biforcare". Cioè anche se l'effetto è lo stesso, la seconda soluzione produce tratti più conici.

_________________
L'evoluzione c'entra. Sempre.

avatar
boba74

Messaggi : 436
Data d'iscrizione : 09.01.15
Località : Ferrara

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: W.I.P. Hibiscus Syriacus scopa... a tronco cavo

Messaggio Da boba74 il Mar Feb 03, 2015 4:59 pm

Messaggioda cliat » ven dic 05, 2008 1:29 pm

si, li legano per farli toccare, poi una volta slegati si allontanano un po' ma rimangono comunque vicini "a scopa"


_________________
L'evoluzione c'entra. Sempre.

avatar
boba74

Messaggi : 436
Data d'iscrizione : 09.01.15
Località : Ferrara

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: W.I.P. Hibiscus Syriacus scopa... a tronco cavo

Messaggio Da boba74 il Mar Feb 03, 2015 5:06 pm

Messaggio da boba74 » lun set 07, 2009 4:06 pm

Aggiorno la situazione. Questa è la pianta subito dopo l'impostazione da Enrico (giugno 2009):



e questa la pianta oggi:





E' stato creata una scortecciatura che attraversa tutto il tronco, con l'idea di realizzare in un prossimo futuro un tronco completamente cavo (tipico di questa specie).

_________________
L'evoluzione c'entra. Sempre.

avatar
boba74

Messaggi : 436
Data d'iscrizione : 09.01.15
Località : Ferrara

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: W.I.P. Hibiscus Syriacus scopa... a tronco cavo

Messaggio Da boba74 il Mar Feb 03, 2015 5:07 pm

Messaggio da Darius » ven set 11, 2009 8:25 pm

Carino, una foto ravvicinata del tronco ce l'hai?

Messaggio da boba74 » lun set 14, 2009 9:05 am

appena riesco fotografo il particolare del sabamiki (per ora è solo scortecciato e ricoperto di pasta, spero che stia callando bene... Cool

_________________
L'evoluzione c'entra. Sempre.

avatar
boba74

Messaggi : 436
Data d'iscrizione : 09.01.15
Località : Ferrara

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: W.I.P. Hibiscus Syriacus scopa... a tronco cavo

Messaggio Da boba74 il Mer Feb 04, 2015 11:43 am

Messaggio da Cassandra » ven set 25, 2009 12:27 am

Molto bella veramente, l'evoluzione! Very Happy Mi piace molto l'idea del tronco cavo!
Scusami però Boba, forse è colpa mia, ma io ancora non ho capito ugualmente qual è il metodo che seguirai per ottenere la ramificazione a scopa Embarassed : cioè, tronco cavo o meno, non cambia nulla perchè la parte viva è comunque solo all'esterno del tronco, e su questo siamo d'accordo; e quindi? I rami saranno solo a raggera, come mi sembra sia adesso (tipo a formare un imbuto)? Al centro della chioma non ci andrà niente? Se sì, come? Sei riuscito a farti un progetto in tal senso?

OT: che carina la foto coi fiori!!! love (ma non fate i soliti discorsi maschilisti "ecco, le donne bonsaiste quando c'è un bonsai fiorito non ci capiscono più niente di bonsai ma sono attirate solo dai fiori" :mrgreen: )

Messaggio da boba74 » ven set 25, 2009 9:15 am

ecco, quando c'è una pianta fiorita le donne pensano solo alla ramificazione.... Cool
(va meglio così? Cool )

In effetti non ho ancora un'immagine precisa. Per ora l'idea è quella di lasciare molti rami a raggera dando loro inclinazione variabile: quelli più "esterni" a formare branche orizzontali, e quelli più "interni" lasciarli più verticali per ricostruire una chioma alta e arrotondata. In realtà sono stati lasciati molti rami, alcuni ridondanti, che verranno quindi ridotti di numero scegliendo solo quelli più idonei, anche perchè adesso come adesso, da qualunque angolazione la si guardi, si vedono molti incroci, perchè lo spazio è occupato da troppi rami indipendenti, ma alla fine dovranno esserci poche branche e lo spazio dovrebbe essere riempito dalle ramificazioni secondarie e terziarie.
Analizzando la crescita libera di questa essenza, è formata da rami ortotropi a fioritura apicale (che quindi di fatto anche in natura porta ogni anno a biforcazioni successive di tutti i rami, anzichè a una gerarchia primari-secondari ecc...), la forma a scopa rovesciata è quasi inevitabile...

_________________
L'evoluzione c'entra. Sempre.

avatar
boba74

Messaggi : 436
Data d'iscrizione : 09.01.15
Località : Ferrara

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: W.I.P. Hibiscus Syriacus scopa... a tronco cavo

Messaggio Da boba74 il Mer Feb 04, 2015 11:44 am

Messaggio da chiccox » ven set 25, 2009 9:49 am

Penso che per rigenerare l'apice potresti sfruttare i secondari e poi i terziari che crescono dalla ramificazione che hai ora, indirizzando verso l'alto quelli che nascono all'interno della pianta....
Insomma, le piante tendono ad occupare tutto lo spazio disponibile e dunque è ovvio che avendo luce i rami interni tenderanno a crescere e non deperire...
Comunque complimenti...mi piace davvero molto 'sto ibiscus....
"Unflammable is not a challenge"

Messaggio da boba74 » ven set 25, 2009 10:36 am

infatti i rami che crescono più all'interno, essendo più verticali, sono anche i più vigorosi e quindi quelli che riempiono la parte più alta della chioma, mentre più si scende e più i rami sono orizzontali e dominati e formano quindi la parte bassa e più esterna della chioma. Quindi anche se la chioma forma un tutt'uno, per rendere bene l'impressione di naturalezza bisogna evitare di avere rami che sono uno la copia dell'altro a diverse inclinazioni, ma costruire la chioma con tipologie diverse di rami.... Rolling Eyes

_________________
L'evoluzione c'entra. Sempre.

avatar
boba74

Messaggi : 436
Data d'iscrizione : 09.01.15
Località : Ferrara

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: W.I.P. Hibiscus Syriacus scopa... a tronco cavo

Messaggio Da boba74 il Mer Feb 04, 2015 11:46 am

Messaggio da GoJu » ven set 25, 2009 10:47 am

Questo è un buon esempio di pianta capitozzata e ricostruita a scopa rovesciata



zelkova serrata

_________________
L'evoluzione c'entra. Sempre.

avatar
boba74

Messaggi : 436
Data d'iscrizione : 09.01.15
Località : Ferrara

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: W.I.P. Hibiscus Syriacus scopa... a tronco cavo

Messaggio Da boba74 il Mer Feb 04, 2015 11:47 am

Messaggio da chiccox » sab set 26, 2009 12:34 pm

Quest'anno un acero campestre che ho è cresciuto in una maniera abnorme...pensate che il ramo apicale ha toccato quasi i 2.5 m in allungamento....i rami in basso che all'inizio della stagione erano cresciuti verticali, hanno cominciato verso fine luglio ad abbassarsi automaticamente...ora sono pressochè orizzontali...
Insomma...le piante ottimizzano la disposizione dei rami in modo da disporli per raccogliere piu' luce possibile..esattamente quello che dici tu Boba...

Bellissimo l'olmo Goju, con tutto che non ami moltissimo la scopa rovesciata devo dire che è veramente bella questa pianta..

Messaggio da boba74 » lun set 28, 2009 9:41 am

la crescita naturale è soggetta a controllo apicale (una versione della dominanza apicale estesa però a livello dell'intera pianta e non solo al singolo ramo).
Contrariamente a quanto si sente dire spesso, la cosa non è regolata direttamente dalla luce, ma da regolatori ormonali che distribuiscono la quantità di nutrimento e la tipologia di sviluppo dei meristemi a seconda di una gerarchia preimpostata volta alla conquista dello spazio, specializzando i rami alti a crescere verticalmente, e quelli bassi orizzontalmente, proprio per sfruttare più luce possibile. Tutto questo si è ottenuto per selezione naturale, non è la luce che agisce direttamente, se non in casi molto limitati (es. fototropismo, oppure perdita preogressiva di vigore dei rami più in ombra) ma la pre-selezione e la post-selezione dei rami è regolata dall'interno. Il ramo così regolato sa solo di dover crescere con un certo angolo rispetto alla forza di gravità, e solo secondariamente rispetto alla direzione della luce.

_________________
L'evoluzione c'entra. Sempre.

avatar
boba74

Messaggi : 436
Data d'iscrizione : 09.01.15
Località : Ferrara

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: W.I.P. Hibiscus Syriacus scopa... a tronco cavo

Messaggio Da boba74 il Mer Feb 04, 2015 11:48 am

Messaggio da chiccox » lun set 28, 2009 1:13 pm

Ti posso dire che sul carpinone che ho i rami bassi sono cresciuti penduli ed arrivano fino a terra, quelli intermedi sono orizzontali mentre gli apicali sono verticali...
Da notare che non sono stati indirizzati...fin dall'inizio i bassi hanno "deciso" di crescere penduli...


Messaggio da boba74 » lun set 28, 2009 2:52 pm

esatto, si instaura fin da subito una gerarchia di controllo apicale.
Però se tu ad un certo punto dovessi segare la pianta a metà altezza ( Cool ) assisteresti in poco tempo al raddrizzamento degli apici dei rami orizzontali: ovviamente la parte orizzontale rimane tale perchè già lignificata, ma la parte apicale si piegherebbe in alto. Questo non è dovuto al fatto che il ramo basso viene improvvisamente a prendere più luce (se così fosse basterebbe girare la pianta o inclinarla verso il sole), ma al fatto che viene rimosso il controllo dei rami alti su quelli bassi, i quali diventano indipendenti e cominciano a crescere come se fossero i più alti (e di fatto lo sono diventati).
Eccezione che conferma la regola: un pollone che spunta direttamente dalla base della pianta, cresce verticalmente, a prescindere dal fatto che si trovi in ombra o che vi siano rami più in alto, e in certi casi può passare letteralmente attraverso la chioma. Qui entra in gioco il fenomeno della reiterazione, un po' più complesso da spiegare, ma di fatto si tratta sempre di un ramo che sfugge al controllo apicale e comincia a costruire un nuovo individuo (in questo caso un secondo tronco).

_________________
L'evoluzione c'entra. Sempre.

avatar
boba74

Messaggi : 436
Data d'iscrizione : 09.01.15
Località : Ferrara

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: W.I.P. Hibiscus Syriacus scopa... a tronco cavo

Messaggio Da boba74 il Mer Feb 04, 2015 11:49 am

Messaggio da chiccox » lun set 28, 2009 3:36 pm

boba74 ha scritto:Eccezione che conferma la regola: un pollone che spunta direttamente dalla base della pianta, cresce verticalmente, a prescindere dal fatto che si trovi in ombra o che vi siano rami più in alto, e in certi casi può passare letteralmente attraverso la chioma. Qui entra in gioco il fenomeno della reiterazione, un po' più complesso da spiegare, ma di fatto si tratta sempre di un ramo che sfugge al controllo apicale e comincia a costruire un nuovo individuo (in questo caso un secondo tronco).


E infatti ecco cos'ha fatto il carpino:
La ramificazione bassa è pendula, quella intermedia quasi orizzontale, quella alta è verticale....
C'è poi l'eccezione del pollone che invece è esattamente verticale anche partendo dal basso...
(immagine non disponibile)

Messaggioda scarboc » gio ott 01, 2009 3:03 pm

boba74 ha scritto: Qui entra in gioco il fenomeno della reiterazione, un po' più complesso da spiegare, ma di fatto si tratta sempre di un ramo che sfugge al controllo apicale e comincia a costruire un nuovo individuo (in questo caso un secondo tronco).

Beh,visto che in un altro post hai parlato di scrivere nuovi articoli...Si potrebbe approfondire questo argomento Cool
Mi piacerebbe davvero sapere come fa il pollone ad eludere il controllo che ha la gemma apicale sulla crescita della pianta;esiste forse un altro ormone anti-auxina?

_________________
L'evoluzione c'entra. Sempre.

avatar
boba74

Messaggi : 436
Data d'iscrizione : 09.01.15
Località : Ferrara

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: W.I.P. Hibiscus Syriacus scopa... a tronco cavo

Messaggio Da boba74 il Mer Feb 04, 2015 11:50 am

Messaggio da boba74 » gio ott 01, 2009 6:08 pm

scriverò scriverò....
Comunque, il pollone è una reiterazione prolettica: ossia un meristema che origina di fatto un nuovo asse principale a partire da un punto qualunque: non è che il ramo elude la dominanza apicale, semplicemente a seguito di una riduzione anche momentanea di dominanza apicale (es a causa di capitozzature o potature), si ha la partenza di una gemma dormiente o avventizia che altrimenti non sarebbe mai partita, la quale cresce del tutto indisturbata perchè è come se fosse un nuovo tronco.
La differenza con un ramo laterale è che questo si forma contemporaneamente alla crescita del ramo apicale, e quindi fin da subito è dominato: non si sa bene la vera causa, fatto sta che un asse dominante attrae a sè la maggior parte delle risorse e contemporaneamente costringe i rami che si trovano più in basso sullo stesso asse ad esportare le risorse che producono, e a crescere con meno vigore e con una direzione più orizzontale, cosa che li porta a essere sempre più dominati (poi l'effetto è cumulativo perchè più si scende e più un ramo è dominato da quelli che lo sovrastano). Invece il pollone, specie se spunta vicino alla base, di fatto parte già verticale (sfruttando la momentanea perdita di controllo apicale) e quindi anche se l'asse principale riprende il controllo, difficilmente sarà in grado di ripiegarne la crescita, se non dopo molto tempo. Se il pollone si trova proprio alla base di fatto è un asse fisicamente separato dal tronco, che può disporre di capillari radicali tutti suoi e quindi a quel punto formare un nuovo tronco indipendente.

_________________
L'evoluzione c'entra. Sempre.

avatar
boba74

Messaggi : 436
Data d'iscrizione : 09.01.15
Località : Ferrara

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: W.I.P. Hibiscus Syriacus scopa... a tronco cavo

Messaggio Da boba74 il Mer Feb 04, 2015 11:50 am

Messaggio da scarboc » ven ott 02, 2009 11:04 am

Sei stato chiarissimo.In effetti questi polloni o rami che si formano alla base del tronco partono spesso dopo la seconda o terza pinzatura e torna con quello che hai detto tu.Grazie mille per la spiegazione Very Happy

Messaggio da cliat » sab ott 03, 2009 11:52 am

scarboc ha scritto:Mi piacerebbe davvero sapere come fa il pollone ad eludere il controllo che ha la gemma apicale sulla crescita della pianta;esiste forse un altro ormone anti-auxina?

Citochinine....
vedi anche qui anche se di citochinine c'è appena l'accenno...
http://www.bonsai-italia.org/menu-artic ... ene-bonsai

Messaggioda scarboc » sab ott 03, 2009 11:55 am

Uuuuh grazie Cliat,e scusate tutti per l'ignoranza Embarassed

Messaggioda cliat » sab ott 03, 2009 2:16 pm

ma scusa di cosa... siamo tutti qui per imparare 😉

_________________
L'evoluzione c'entra. Sempre.

avatar
boba74

Messaggi : 436
Data d'iscrizione : 09.01.15
Località : Ferrara

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: W.I.P. Hibiscus Syriacus scopa... a tronco cavo

Messaggio Da boba74 il Mer Feb 04, 2015 11:54 am

Messaggio da scarboc » sab ott 03, 2009 3:19 pm

cliat ha scritto:ma scusa di cosa... siamo tutti qui per imparare 😉

Grazie,anche perchè il tuo articolo mi era proprio sfuggito.
Aggiungo una sviolinatina(quando ce vo'....) oth_2
Questo forum è bellissimo perchè ci sono anche utenti come te che non devono imparare,ma che(bontà loro)condividono le conoscenze che hanno con primini come me che non sanno un cappero;ed è così che si evolve e si cresce,grazie soprattutto a voi.
Vi ho fatto scendere i lacrimoni?Bene,fine della pausa,adesso tutti a lavorare e scrivere articoli che io devo evolvere :mrgreen:

Messaggioda cliat » sab ott 03, 2009 7:33 pm

scarboc ha scritto:utenti come te che non devono imparare

ah ah errore Crying or Very sad ... fine offtopic Very Happy

_________________
L'evoluzione c'entra. Sempre.

avatar
boba74

Messaggi : 436
Data d'iscrizione : 09.01.15
Località : Ferrara

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: W.I.P. Hibiscus Syriacus scopa... a tronco cavo

Messaggio Da boba74 il Mer Feb 04, 2015 11:54 am

Messaggio da luca75 » mer ott 07, 2009 12:46 pm

La tecnica della scopa rovesciata mi intriga parecchio, ma purtroppo devo riscontrare nel mio caso numerosi insuccessi...trovo notevole difficoltà a far cacciare la pianta sulla capitozzatura, benchè provi in tutti i modi ad eseguire un taglio pulito e netto. Ma come cavolo si deve fare?! Rolling Eyes

La tua pianta Andrea mi piace un sacco!! So chi ti ha suggerito la scortecciatura frontale, quindi dal basso della mia ignoranza ho quasi timore a dirti che non mi convince del tutto...non la ritengo una operazione sempre necessaria per questo stile e soprattutto mi pare che la tua pianta avesse già un certo carattere anche senza questo intervento!
LUCA

Messaggio da boba74 » mer ott 07, 2009 2:29 pm

a dire il vero l'idea della scortecciatura è stata mia, ma non tanto per una questione di togliere monotonia a una banale scopa rovesciata, quanto piuttosto per allinearmi alla "tipicità" dell'ibisco, che forma molto spesso tronchi cavi a causa del legno molto tenero. L'idea come già detto è quella di scavare completamente il tronco all'interno e la scortecciatura è la finestra attraverso cui si vede il tronco vuoto....... Cool

Comunque, per quanto riguarda la formazione di rami a partire da capitozzature, io ho constatato che quando la cosa viene fatta in piena terra e il tronco è bello grosso, la formazione di rami a raggera lungo tutto il bordo è molto più facile e automatica rispetto alla stessa pianta in vaso, o con un diametro del tronco più sottile (infatti si rischia ad esempio che partano pochi rami, oppure diversi rami ad altezze diverse o che addirittura secchi una lunga striscia di tronco fino alla base, se non addirittura tutto il tronco). Poi molto dipende dalla specie, ci sono specie più o meno "capitozzabili" al fine di ottenere una scopa rovesciata....

_________________
L'evoluzione c'entra. Sempre.

avatar
boba74

Messaggi : 436
Data d'iscrizione : 09.01.15
Località : Ferrara

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: W.I.P. Hibiscus Syriacus scopa... a tronco cavo

Messaggio Da boba74 il Mer Feb 04, 2015 11:55 am

Messaggio da Darius » mer ott 07, 2009 9:25 pm

Comunque secondo me il tronco non dovresti scavarlo al massimo possibile o estetico, cioè: vista la morbidezza relativa del legno, esso tenderà a degradarsi con gli anni, anche se protetto dal liquido Jin, quindi ipoteticamente si dovrebbe scavare una porzione di tronco tale da lasciare del legno che con gli anni andrà via via ad assottigliarsi, il legno quindi si consumerà e sarà bene allontanare quanto più possibile il giorno in cui il durame sarà così fino da non reggere più la pianta, ma di questo non ne sono sicuro, è giusto un ipotesi, secondo te? basta solo la parte viva per reggere quella struttura?
Dario @ Roma Bonsai Club http://www.romabonsai.it/

Messaggio da GoJu » mer ott 07, 2009 11:35 pm

In caso di tronco cavo su latifoglia si stende cemento a pennello al posto del liquido jin... Un leggero strato fa miracoli.
Sto anche provando un nuovo prodotto (ingredienti sconosciuti  Rolling Eyes ) preso in uno shop online della gran bretagna. Lascia un bel colore grigiastro e pare durare parecchio tempo, vedremo!  😉

Messaggio da scarboc » gio ott 08, 2009 11:35 am

luca75 ha scritto:La tecnica della scopa rovesciata mi intriga parecchio, ma purtroppo devo riscontrare nel mio caso numerosi insuccessi...trovo notevole difficoltà a far cacciare la pianta sulla capitozzatura, benchè provi in tutti i modi ad eseguire un taglio pulito e netto. Ma come cavolo si deve fare?! Rolling Eyes

Mi sembra di aver letto un post del Re di Olea il quale suggeriva,dopo la capitozzatura in primavera,di apporre un "cappuccio largo" di plastica scura sul taglio;mi pare di ricordare che questa tecnica stimolava l'emissione di gemme proprio attorno al taglio.
'Petta che lo cerco...eccolo!

viewtopic.php?f=7&t=10994&hilit=+scopa#p144049
ma Luca,c'eri anche tu...non ha funzionato il metodo?

_________________
L'evoluzione c'entra. Sempre.

avatar
boba74

Messaggi : 436
Data d'iscrizione : 09.01.15
Località : Ferrara

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: W.I.P. Hibiscus Syriacus scopa... a tronco cavo

Messaggio Da boba74 il Mer Feb 04, 2015 11:56 am

Messaggio da luca75 » lun ott 12, 2009 12:08 pm

Purtroppo no! Mi ricordavo del suggerimento del Re, ha provato, ma niente da fare!
Credo che cmq l'osservazione più pertinente sia quella del Boba!
La differenza sostanziale, a parità di taglio ben fatto, sia la piena terra (tanto per cambiare)!
Le mie esperienze sono tutte riconducibili a piante raccolte o da margotta (olmi campestri) coltivate in vaso.
Quest'anno purtroppo ho potuto fare ben poco, ho provato con 2 margotte finalizzate per lo stile a scopa...la radicazione ha avuto un gran successo ma purtroppo l'emissione delle gemme sul taglio, per una è stata totalmente assente e per l'altra solo 3 o 4 cacciate.
LUCA

Messaggio da chiccox » mar ott 13, 2009 10:04 am

Raga, le mie margotte di olmo, raccolte a fine giugno/luglio, senza protezione e niente, dopo la capitozzatura hanno ributtato alla grande dal callo....
volete vedere che per fare la scopa bisogna capitozzare non a primavera ma piu' la'...
"Unflammable is not a challenge"

_________________
L'evoluzione c'entra. Sempre.

avatar
boba74

Messaggi : 436
Data d'iscrizione : 09.01.15
Località : Ferrara

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: W.I.P. Hibiscus Syriacus scopa... a tronco cavo

Messaggio Da boba74 il Mer Feb 04, 2015 11:56 am

Messaggio da boba74 » mar ott 13, 2009 11:22 am

non è da escludere: capitozzando in primavera non è sempre detto che funzioni in quanto magari la linfa è già migrata verso le gemme (e quindi si rischia di indebolire la pianta eliminando le sue riserve), da questo punto di vista sarebbe meglio l'autunno, quando invece la linfa viene immagazzinata nelle "parti basse" (mia personalissima ipotesi da prendere con le pinze)
In ogni caso, checchè se ne dica, se si taglia in piena vegetazione (tipo piena estate) la risposta è certamente più immediata, soprattutto se la pianta è in piena terra. Ho provato con un ciliegio, piena terra, tronco di 2 anni (3cm di diametro alla base), tagliato a fine luglio, mi ha sparato almeno 4 rami.
Viceversa, una lagerstroemia in vaso con tronco da 6 cm di diametro, l'ho capitozzata a inizio primavera e mi ha mollato completamente il tronco (fortuna che ne aveva altri 2... Cool )buttandomi una moltitudine di getti da sottoterra....

_________________
L'evoluzione c'entra. Sempre.

avatar
boba74

Messaggi : 436
Data d'iscrizione : 09.01.15
Località : Ferrara

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: W.I.P. Hibiscus Syriacus scopa... a tronco cavo

Messaggio Da boba74 il Mer Feb 04, 2015 11:56 am

Messaggio da cliat » mar ott 13, 2009 9:09 pm

boba74 ha scritto: capitozzando in primavera non è sempre detto che funzioni in quanto magari la linfa è già migrata verso le gemme (e quindi si rischia di indebolire la pianta eliminando le sue riserve), da questo punto di vista sarebbe meglio l'autunno, quando invece la linfa viene immagazzinata nelle "parti basse" (mia personalissima ipotesi da prendere con le pinze)

Concordo (anche se in parte), l'ho trovato anche scritto da qualche parte: nel pezzo che mi ricordo parlava più che di Linfa di Zuccheri che, potando a primavera rimanevano immagazzinati nelle parti alte che venivano in realtà potate privando la pianta di un po' di energia.
Potando in autunno gli zuccheri si accumulano sì nelle parti alte (durante il periodo tardo invernale), ma non subendo potature, questi rimangono a disposizione della pianta.

Però a questo punto dipende da cosa si vuole ottenere,
- se si vuole una partenza lenta con internodi corti per mantenimento>> potatura a primavera e pochi zuccheri
- se si vuole una partenza sprint con molti zuccheri a disposizione >> potatura in autunno

_________________
L'evoluzione c'entra. Sempre.

avatar
boba74

Messaggi : 436
Data d'iscrizione : 09.01.15
Località : Ferrara

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: W.I.P. Hibiscus Syriacus scopa... a tronco cavo

Messaggio Da boba74 il Mer Feb 04, 2015 11:57 am

Messaggio da boba74 » mer ott 14, 2009 9:53 am

esatto, infatti io per linfa intendevo quella elaborata (quindi zuccheri), che in inverno viene immagazzinata, mentre in primavera viene solubilizzata e convogliata verso le gemme per la "costruzione" dei nuovi germogli.
Anche se non è detto che questo meccanismo avvenga con le stesse modalità e con gli stessi tempi per tutte le essenze...

Messaggio da Cassandra » gio ott 15, 2009 1:18 am

boba74 ha scritto:esatto, infatti io per linfa intendevo quella elaborata (quindi zuccheri), che in inverno viene immagazzinata, mentre in primavera viene solubilizzata e convogliata verso le gemme per la "costruzione" dei nuovi germogli.
Anche se non è detto che questo meccanismo avvenga con le stesse modalità e con gli stessi tempi per tutte le essenze...

Questo discorso mi intriga... :mrgreen: e siccome è di interesse generale, quasi quasi apro un topic apposta e vi dico un po' le mie impressioni e ne discutiamo, ok? :wink:
Ecco il link alla nuova discussione: viewtopic.php?f=7&t=12049&p=157348#p157348

_________________
L'evoluzione c'entra. Sempre.

avatar
boba74

Messaggi : 436
Data d'iscrizione : 09.01.15
Località : Ferrara

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: W.I.P. Hibiscus Syriacus scopa... a tronco cavo

Messaggio Da boba74 il Mer Feb 04, 2015 12:00 pm

Messaggio da boba74 » lun mar 01, 2010 3:56 pm

Ecco l'aggiornamento del mio ibisco dopo aver scavato completamente l'interno del tronco.
(Qui si vede l'opera finale dopo il passaggio del fuoco, è stato successivamente "catramato" il tutto in attesa di ulteriore rifinitura una volta che il legno si sarà seccato per bene:



_________________
L'evoluzione c'entra. Sempre.

avatar
boba74

Messaggi : 436
Data d'iscrizione : 09.01.15
Località : Ferrara

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: W.I.P. Hibiscus Syriacus scopa... a tronco cavo

Messaggio Da boba74 il Mer Feb 04, 2015 12:01 pm

Messaggio da scarboc » lun mar 01, 2010 4:37 pm

Bello Boba...mi spiegheresti la cosa del catrame?E' per impermeabilizzare lo shari o per non far perdere ulteriore linfa da lì?
Scusa eh ma questa proprio non la sapevo(come gli altri due miliardi di cose che non so Embarassed )

Messaggio da boba74 » lun mar 01, 2010 5:18 pm

beh, in effetti non ho ben capito neppure io la storia del catrame.... Laughing comunque dovrebbe essere per proteggere il legno dal marciume in attesa di fare la rifinitura finale: perchè attualmente il legno non era ancora secco (tranne la parte superficiale che avevo scortecciato l'estate scorsa) perciò essendo ancora molto "fresco" e pastoso non è facilmente lavorabile (l'ibisco poi ha un lengo molto "spugnoso" ed è stata un'impresa scavarlo perchè impastava la fresa e lasciava un sacco di filamenti), perciò occorre lasciarlo asciugare bene qualche mese e solo successivamente rifinirlo e mettergli il liquido jin, perciò per proteggerlo dal marciume per ora gli abbiamo messo l'asfalto.
La linfa non la perde perchè solo la parte esterna del legno è effettivamente "vivo", perciò per quello è sufficiente mettere la pasta jappa lungo tutto il bordo delle scavature (come abbiamo fatto nel primo step, solo che stavolta abbiamo aperto un po' di più soprattutto sopra). Dalla foto non si vede, ma il solco sale fino in sommità dentro il tronco, dove sbuca in alto (cioè guardando dall'alto della pianta si vede il vuoto fino alla base....) Cool

_________________
L'evoluzione c'entra. Sempre.

avatar
boba74

Messaggi : 436
Data d'iscrizione : 09.01.15
Località : Ferrara

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: W.I.P. Hibiscus Syriacus scopa... a tronco cavo

Messaggio Da boba74 il Mer Feb 04, 2015 12:02 pm

Messaggio da scarboc » lun mar 01, 2010 7:17 pm

boba74 ha scritto:beh, in effetti non ho ben capito neppure io la storia del catrame.... Laughing

Ah beh,siamo a posto :mrgreen:
comunque dovrebbe essere per proteggere il legno dal marciume in attesa di fare la rifinitura finale: perchè attualmente il legno non era ancora secco (tranne la parte superficiale che avevo scortecciato l'estate scorsa) perciò essendo ancora molto "fresco" e pastoso non è facilmente lavorabile (l'ibisco poi ha un lengo molto "spugnoso" ed è stata un'impresa scavarlo perchè impastava la fresa e lasciava un sacco di filamenti), perciò occorre lasciarlo asciugare bene qualche mese e solo successivamente rifinirlo e mettergli il liquido jin, perciò per proteggerlo dal marciume per ora gli abbiamo messo l'asfalto.

Grazie,ho capito.Va bene che lo devi lavorare ulteriormente,ma non hai paura che il catrame scurisca troppo la legna secca?
La linfa non la perde perchè solo la parte esterna del legno è effettivamente "vivo", perciò per quello è sufficiente mettere la pasta jappa lungo tutto il bordo delle scavature (come abbiamo fatto nel primo step, solo che stavolta abbiamo aperto un po' di più soprattutto sopra).

Ah,intendi la corteccia fino al cambio,giusto?Quindi ti sei limitato a mettere il mastice sul contorno della ferita.
Dalla foto non si vede, ma il solco sale fino in sommità dentro il tronco, dove sbuca in alto (cioè guardando dall'alto della pianta si vede il vuoto fino alla base....) Cool

No,in effetti non l'avevo capito...qualche volta ci farai vedere una visione dal tunnel :mrgreen:

_________________
L'evoluzione c'entra. Sempre.

avatar
boba74

Messaggi : 436
Data d'iscrizione : 09.01.15
Località : Ferrara

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: W.I.P. Hibiscus Syriacus scopa... a tronco cavo

Messaggio Da boba74 il Mer Feb 04, 2015 12:02 pm

Messaggio da boba74 » mar mar 02, 2010 11:38 am

il catrame forma una patina protettiva, ma non penetra nel legno, perciò basta dargli una passata e viene via.
Appena riesco faccio una foto dall'alto.

Messaggio da enum » mar mar 02, 2010 3:45 pm

Scusate, ma dove si può acquistare il catrame???? Rolling Eyes Rolling Eyes


Messaggio da GoJu » mar mar 02, 2010 4:41 pm

Ce ne sono di due tipi... I nomi sono asfaltol e innestissimo.
Il primo a base inorganica (bituminosa) e il secondo completamente vegetale.
Il primo è particolarmente adatto da stendere puro su parti interrate di legno secco, oppure diluito nelle parti esposte all'aria.
Il secondo è invece adatto per secchi di conifera, utile anche per ottenere una colorazione naturale

_________________
L'evoluzione c'entra. Sempre.

avatar
boba74

Messaggi : 436
Data d'iscrizione : 09.01.15
Località : Ferrara

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: W.I.P. Hibiscus Syriacus scopa... a tronco cavo

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum