Arboricoltura generale

Andare in basso

Arboricoltura generale Empty Arboricoltura generale

Messaggio Da scarboc il Dom Gen 18, 2015 12:15 pm

da Perceval

Spero possa essere interessante sapere come "funziona" un albero :mrgreen:

Possiamo suddividere la pianta in due parti:
Parte ipogea, cioè quella sottoterra e parte epigea, cioè quella aerea.

Partiamo dalla parte ipogea

Ciò che compone questa parte è l'apparato radicale le cui funzioni sono:
-Assorbimento di elementi nutritivi (Sali minerali) e acqua attraverso i peli radicali
-Sostegno e ancoraggio
-Accumulo di sostanze di riserva (es. amido), il quale avviene nel parenchima radicale

I fattori che influenzano lo sviluppo radicale sono:
-Irrigazione
-Tessitura del terreno
-Concimazione
-Sesto d'impianto, cioè il numero di piante al m2
La crescita radicale è dovuta alla presenza di ormoni: citochinine prodotti dall'apice radicale e auxine prodotti dai germogli.

Le micorrize sono una simbiosi mutualistica (cioè reciproca) tra un fungo e l'apparato radicale della pianta.
I vantaggi per il fungo sono gli zuccheri della pianta, prodotti nella fotosintesi, che utilizzerà come nutrimento; i vantaggi per la pianta sono un migliore assorbimento radicale grazie al micelio del fungo, soprattutto per il fosforo.
Vi sono due tipi di micorrize:
-Endomicorrize: il fungo penetra all'interno delle cellule dell'ospite e all'interno delle cellule avviene lo scambio tra i due simbionti
-Ectomicorrize: il fungo non penetra all'interno della cellula, ma resta fra gli spazi intercellulari

Ora parleremo della parte epigea

La chioma è composta da:
-Scheletro: branche, rami e fusto
-Parte vegetativa: foglie, germogli e gemme a legno
-Parte riproduttiva: fiori, frutti, semi e gemme a fiore

Foglia
Formata da lamina e peduncolo
Oltre alle comuni foglie vi sono foglie modificate che hanno il compito di proteggere le gemme:
-Perule: foglia che riveste la gemma delle angiosperme, cioè le piante che producono fiori
-Bratte: foglia che riveste la gemme delle gimnosperme, cioè le piante che producono pigne (conifere)

Gemme
Sono costituite da tessuto meristematico, cioè cellule indifferenziate che si moltiplicano
Troviamo gemme in base a gli organi a cui danno origine
-Gemme a legno: foglie o germogli e rami
-Gemme a frutto: fiori, foglie e germogli
Gemme in base alla loro posizione
-Gemme apicali: disposte all'apice del germoglio
-Gemme ascellari: disposte all'ascella delle foglie
-Gemme avventizie: possono trovarsi ovunque
Gemme in base all'epoca di sviluppo
-Gemme dormienti: necessitano di un periodo di freddo e germogliano l'anno dopo in cui si sono sviluppate
-Gemme pronte: germogliano nello stesso anno in cui si sono formate
-Gemme latenti: il loro germogliamento è casuale

Lo sviluppo delle gemme inizia dall'alto, prima le gemme apicali e poi quelle ascellari

Lo sviluppo delle gemme è influenzato da ormoni:
-Citochinine: prodotte dalle radici, stimolano la divisione cellulare e quindi la formazione delle gemme
-Auxine: prodotti durante germogliamento delle gemme
-Giberelline: prodotti dopo germogliamento delle prime foglioline, sviluppano i germogli

Fiori
Sono gli organi sessuali delle piante
Troviamo fiori ermafroditi, se i gameti maschili e femminili sono sullo stesso fiore e unisessuali, se i gameti maschili e femminili sono su fiori diversi.
I fiori unisessuali li troviamo su:
-Piante monoiche: hanno fiori unisessuali sulla stessa pianta es noce, castagno, nocciolo, conifere
-Piante dioiche: hanno sulla pianta fiori dello stesso sesso; le piante femminili si chiamano pistillifere e le maschili si chiamano staminifere es actinidia, pioppo, pistacchio

Le fasi della fioritura sono le seguenti:
-Allungamento peduncolo del fiore
-Apertura del fiore
-Emissione del polline dalle sacche polliniche
-Produzione di nettare da parte di ghiandole; il nettare permetterà l'impollinazione
-Maturazione dell'ovulo e ricezione dello stigma

Frutto
Ingrossamento dell'ovario dovuto alla fecondazione dell'ovulo da parte del granulo pollinico; ovulo femminile e granulo pollinico maschile.
Tutto ciò che non deriva dall'ingrossamento dell'ovario si chiama falso frutto (es pomo) e derivano dal ricettacolo.
Frutto formato da: pericarpo, mesocarpo ed endocarpo

Fusto
Partendo dall'interno è formato da
-Legno o xilema in cui vi sono i vasi xilematici dove scorre linfa grezza
-Cambio che in primavera si risveglia e comincia a moltiplicarsi
-Libro o floema in cui vi sono i vasi floematici dove scorre linfa elaborata composta da acqua e zucchero
-Fellogeno che è un altro tessuto meristematico che produce corteccia e sughero e tende ad adattare il diametro del tronco e delle branche, all'ingrossamento interno dovuto al cambio

Impollinazione: trasporto di polline dagli stami allo stigma
Se è ad opera del vento viene detta anemofila; se è ad opera di insetti (pronubi) viene detta entomofila

Fecondazione: il granulo pollinico, raggiunto lo stigma, germina emettendo quindi il tubetto pollinico e si unisce all'ovulo recettivo

Sterilità: quando il fiore non viene fecondato e soggetto quindi a cascola; l'unica eccezione è che il frutto si formi per partenocarpia, cioè senza fecondazione

Cascola: caduta anticipata di parti della pianta.
scarboc
scarboc

Messaggi : 1658
Data d'iscrizione : 10.01.15
Località : provincia di Cremona

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum