Ma il castagno è una "acidofila"?

Andare in basso

Ma il castagno è una "acidofila"?

Messaggio Da MirkoB il Sab Nov 17, 2018 12:17 pm

Si, lo so, non è una pianta molto cacata a livello bonsaistico soprattutto per il fogliame gigantesco, ma il castagno è in assoluto l'essenza vegetale cui sono emotivamente più legato pertanto ne sto iniziando la coltivazione senza pensare troppo all'estetica. Al momento ho solo un esemplare di quattro-cinque anni rinvasato in ciotola che credo sia un ibrido euro-giappo, in futuro proverò la semina.

Comunque vabbè ho aperto il post perché in tutte le ricerche che ho eseguito mi dicono che il castagno, sia europeo che asiatico, cresce solo su terreni acidi o subacidi... per una pianta in vaso ciò cosa significa? Non ho mai avuto azalee o altre acidofile "vere e proprie" ed il castagno che ho ora è in pomice grossa al 100%, credete che sia saggio modificare le innaffiature magari passando ad acqua demineralizzata o altro?

Intanto ho costruito due "acidificatori" fai da te che altro non sono che calze riempite di torba acida messe in una tinozza a mo di bustina del te Twisted Evil
avatar
MirkoB

Messaggi : 562
Data d'iscrizione : 13.01.15
Età : 27
Località : San Mauro Torinese

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Ma il castagno è una "acidofila"?

Messaggio Da Tiger il Sab Nov 17, 2018 10:15 pm

Confermo, il castagno vive in terreni acidi, questo vuol dire che nella coltivazione in vaso se vuoi ottenere il massimo devi stare attento Alpi del terreno. Comunque il castagno si adatta un po’ a tutti i terreni soprattutto se da seme. Se attualmente si trova in un terreno inerte ( pomice ad esempio) modifica il tipo di acqua oppure a primavera rinvasa, e aggiungi alla pomice un po’ di torna bionda.

_________________
avatar
Tiger

Messaggi : 1751
Data d'iscrizione : 09.01.15
Età : 44
Località : Montevarchi (Ar) (m.s.m 200)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Ma il castagno è una "acidofila"?

Messaggio Da MirkoB il Dom Nov 18, 2018 4:32 pm

Ok grazie!
avatar
MirkoB

Messaggi : 562
Data d'iscrizione : 13.01.15
Età : 27
Località : San Mauro Torinese

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Ma il castagno è una "acidofila"?

Messaggio Da boba74 il Ven Dic 14, 2018 9:59 am

concordo, ora i castagni che avevo fatto nascere da seme li ho piantati a terra, ma ho notato che dalle mie parti, essendo argillosa, stentano a vegetare, ho aggiunto un po' di terriccio per acidofile.
Nella coltivazione in vaso ho sempre usato pomice+torba bionda, anche se comunque per evitare clorosi durante l'anno ho sempre fatto una o due annaffiature con chelato di ferro, proprio perchè le foglie tendono a ingiallire con l'acqua calcarea.

_________________
L'evoluzione c'entra. Sempre.

avatar
boba74

Messaggi : 474
Data d'iscrizione : 09.01.15
Località : Ferrara

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Ma il castagno è una "acidofila"?

Messaggio Da MirkoB il Lun Dic 17, 2018 7:46 pm

Visto che era già in pomice 100% ho aggiunto uno strato "pacciamante" di terriccio composto da 50% pomice e 50% torba bionda, sopra il resto del substrato
avatar
MirkoB

Messaggi : 562
Data d'iscrizione : 13.01.15
Età : 27
Località : San Mauro Torinese

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Ma il castagno è una "acidofila"?

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum