Olmo Zelkova Nire Parviflora

Andare in basso

Olmo Zelkova Nire Parviflora

Messaggio Da Tiger il Ven Gen 09, 2015 10:06 pm

da teo » 13 nov 2009, 22:02

Scheda Olmo



Dominio
Eukaryota
Regno
Plantae
Divisione
Magnoliophyta
Classe
Magnoliopsida
Ordine
Rosales
Famiglia
Ulmaceae
Genere
Ulmus
Specie
Parviflora-Zelkova-Campestris-Nire


Descrizione
Essenza che appartiene alla famiglia delle Ulmaceae, di cui fanno parte circa 6000 specie e 6 generi.
Si tratta di alberi vigorosi e caducifoglie ad eccezione della Zelkova Nire (olmo cinese) che se tenuta al riparo dal freddo mantiene la foglia anche d’inverno.
È caratterizzato da un tronco robusto la cui corteccia è liscia ed ha un colore marrone o bruno-grigio.
Le sue foglie sono semplici, piccole, ovali ed hanno un picciolo corto.
Le specie più utilizzate per fare bonsai sono la Zelkova Nire (olmo cinese) e la Zelkova Serrata (olmo giapponese).
È una delle specie più vigore, si adatta ad ogni clima e di conseguenza è adatto anche ai bonsaisti meno esperti.

Esposizione
Per mantenerlo in salute è necessario posizionarlo all’esterno in una zona ben soleggiata e ben ventilata. La Zelkova Nire in inverno può essere anche tenuta in appartamento, ma comunque molto vicino ad una finestra.

Irrigazione
Annaffiare abbondantemente, ma lasciare asciugare bene il terreno tra un’ annaffiatura e l’altra. D’estate possono anche richiedere due innaffiature quotidiane.

Potatura
Pianta che sopporta bene le potature. Si tratta di una specie molto vigorosa che tende ad avere una ramificazione molto densa che necessita di continui interventi. La potatura dei rami grossi, da eseguire con un tronchese concavo, stimola la produzione di nuovi germogli sul tronco. È sempre comunque opportuno ricoprire i tagli dei rami di un cero spessore con mastice cicatrizzante.

Particolare della corteccia dell'Olmo campestre.



Nella foto sopra , particolare della corteccia del tronco di un Olmo Z.


Nella foto sopra differenza tra foglia di Olmo Campestre (a sinistra) e olmo Cinese (a destra).

Pinzatura
Da eseguire per tutto il periodo vegetativo. E’ necessario intervenire per eliminare i germogli che escono dalla forma del bonsai e per mantenere equilibrato il vigore della pianta. Si lasciano crescere i germogli fino a 4-5 foglie , per poi tagliare a 2-3 foglie in rapporto al vigore.
Indicata è anche la defogliazione, che serve ad evitare l’ingrossamento dei rami e permette di ottenere una miniaturizzazione delle foglie e un’infittimento della ramificazione.

Legatura
Può avvenire solo su rami molto giovani, poiché i rami di un certo spessore sono molto rigidi. Si deve in ogni caso utilizzare filo d’alluminio e controllare costantemente che il filo non incida la corteccia.

Rinvaso
Il periodo più adatto èla fine dell’inverno. Si può procedere senza timore all’ eliminazione della maggior parte delle radici, lasciandone almeno 1/3. Il terriccio consigliato è akadama al 100% di diverse granulometrie. Per gli esemplari giovani effettuare il rinvaso ogni 1-2 anni, per quelli più maturi ogni 3 anni.

Concimazione
È una specie che consuma parecchie sostanze nutritive. La concimazione si applica da aprile ad ottobre, evitando i mesi di luglio ed agosto. Si consiglia di utilizzare esclusivamente concime organico.

Difesa dai Parassiti
Specie che particolarmente in primavera, è soggetta ad attacchi di afidi e cocciniglie.
Può essere inoltre infestato dal ragnetto rosso, pertanto si consiglia in estate di nebulizzare spesso il fogliame. In tal caso somministrare un’ aficida ed un’acaricida sistemico, ripetendo il trattamento a distanza di due settimane.
avatar
Tiger

Messaggi : 1749
Data d'iscrizione : 09.01.15
Età : 43
Località : Montevarchi (Ar) (m.s.m 200)

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum