Sfagno nel substrato al posto del terriccio

Andare in basso

Sfagno nel substrato al posto del terriccio

Messaggio Da cosisal il Mar Feb 13, 2018 11:43 pm

Ciao ragazzi,
penso che il titolo sia abbastanza parlante.
Cosa ne pensate, qualcuno lo ha già fatto?
Chiaramente mi riferisco a percentuali minime.

Parliamone!
avatar
cosisal

Messaggi : 926
Data d'iscrizione : 12.01.15
Località : Lecce - Bari

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sfagno nel substrato al posto del terriccio

Messaggio Da Forcellone il Mer Feb 14, 2018 12:10 pm

Non ho mai usato lo sfagno nel mio terriccio. Torba bionda di sfagno di buona qualità si, a suo temo .... ora non più e neppure ci penso ad inserirla.

Faccio delle considerazioni visto che chiedi dei pareri per un confronto.

Ha una certa caratteristica, quella di trattenere molta acqua (vedi margotte), oppure si usa per far nasce il muschio.
Per queste ragioni lo potrei considerare valido solo nei casi di terricci dove è richiesta questa specifica esigenza, nel bonsai in generale non vedo la necessità ... anzi.
In altri casi forse si, dove le radici possono stare quasi in ammollo.
Usato in profondità mi aspetto ben preso molto muschio, tanto... avrai una sorta di palude. La cosa potrebbe essere utile ad un certo tipo di piante che vivono in queste situazioni. E' ovvio che le radici non devono rimanere sempre a contatto con acqua, se il vaso scola bene avrai ossigeno nel pane radicale ed è positiva la cosa.
Anche in ceti casi comunque si usa mettere sotto la torba e dello sfagno solo in superfice per fare il muschio. Wink
avatar
Forcellone

Messaggi : 1922
Data d'iscrizione : 13.01.15
Località : Pomezia/Roma

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sfagno nel substrato al posto del terriccio

Messaggio Da Dav86 il Mer Feb 14, 2018 1:55 pm

Assolutamente ottimo, certo non puro sfagno ma una percentuale nei primi strati del substrato per mantenere l'umidità superficiale e tenere vive le radici vicine al nebari è perfetta.
Io alcune piante in vasi più piccoli le ricopro completamente di sfagno dopo i rinvasi e poi dopo un po' di tempo può formarsi anche del muschio o può essere spolverato sopra e rigenerato, in estate aiuta molto avere una copertura naturale del substrato.

_________________
avatar
Dav86

Messaggi : 2218
Data d'iscrizione : 12.01.15
Località : Torino

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sfagno nel substrato al posto del terriccio

Messaggio Da cosisal il Mer Feb 14, 2018 10:00 pm

Allora ragazzi ora cerco di argomentare un pò altrimenti potreste anche darmi del pazzo...
Che lo sfagno sia una santa cosa non ci piove...infatti voglio cogliere l'occasione per aggiungere informazioni aggiuntive circa le caratteristiche dello sfagno che reputo utili nel substrato...

  • Lo sfagno da quanto mi risulta oltre a riuscire ad immagazzinare acqua ha un'ottima funzione funghicida che evita l'isorgere di malattie funginee a livello radicale.
  • Grazie alle sue caratteristiche fisiche riesce ad immagazzinare molta acqua ma anche tanta aria andando ad aumentare lo scambio gassoso del substrato.
  • Nei vasi bassi o con poco substrato dà un margine di sicurezza contro colpi di secco e innaffiature poco ravvicinate e per chi come me è al sud e riesce ad innaffiare una, al massimo due, volte al giorno è una buona qualità.
  • E' un materiale organico che può secondo me sostituire il terriccio universale e che dati empirici alla mano piace all'apparato radicale delle piante...


Insomma non voglio convincere nessuno, ma se la pensate diversamente parliamone voglio capire se e dove sbaglio nel ragionamento...

Su discorso della ritenzione idrica in eccesso (sembra uno spot pubblicitario  Laughing ) penso che il tutto si risolva con le opportune percentuali...
avatar
cosisal

Messaggi : 926
Data d'iscrizione : 12.01.15
Località : Lecce - Bari

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sfagno nel substrato al posto del terriccio

Messaggio Da Forcellone il Gio Feb 15, 2018 10:54 am

Tovo corretto che piccoli particolari possono aiutare la coltivazione, ma si deve valutare sempre se sono sapute gestire e che ci sono casi e casi.

Lo sfagno non lo vedo un nemico, anzi.
Non penso che sia un problema inserire qualcosa in più o in meno nei nostri terricci, per non sbagliare sempre in modo limitato, senza esagerare e provare qualche stagione, anche contemporaneamente.
(Scrivo molto spesso che certi "terricci non proprio ottimali" non sono da temere come spesso di dice. Con piccole attenzioni si tira avanti fino al "rinvaso vero"..... Non faccio mai "falsi rinvasi" per questo tipo di problemi e non ho mai perso piante per questo. Basta vedere i tanti vasi sparsi per i vicoli dei paesini fuori le porte, oppure su un balcone di qualche amico o parente ecc. Tutti i vasi hanno sempre terricci pessimi come anche molto vecchio rispetto alle nostre abitudini, le piante non saranno il massimo è verissimo, ma non muoiono in pochi mesi per questo.
Ho usato vari prodotti nei vasi come la torba comune, ottima torba di sfango, T.U. di foglie di faggio ecc. senza problemi. Da molto tempo uso solo del comune T.U., ho le mie ragioni legate alla coltivazione che porta avanti nella mia zona e alle mie esigenze, anche quest'anno ho modificato qualcosa legata all'esposizione per provare se miglioro alcune cose, anche solo per una mia comodità di gestire, per questo è anche comodo riuscire a dosare i vari componenti del terriccio per avere una certa regolarità in tutti i vasi con le annaffiature, soprattutto quando si usano centraline automatiche in estate).

Torno all'argomento.
Sappiamo che lo sfagno ha degli aspetti positivi che in tanti conoscono e dicono, ma volendo anche negativi in certi casi; voglio scrivere e precisare certe cose altrimenti domani chi legge corre a comprare chili di sfagno e lo usa ovunque, "impacchi di sfagno".

Non so delle proprietà anti fungicida. Ci affidiamo a cose scritte o dette qua e la senza certezza se non è documentata e provata la cosa.

Si deve valutare la coltivazione in generale dove viviamo e come coltiviamo, ed infine le essenze.
Che lo sfagno formi del muschio in superfice è un aspetto da valutare "estetico" e anche "pratico", non è detto che in tutti i casi sia comodo e anche bello da vedere, il muschio che si forma è molto compatto e regolare, è indicato solo ad un certo tipo di bonsai, non è un bel vedere in tutti i bonsai.
Si può avere un bel muschio e soprattutto variegato in altri modi e a costo zero. Il muschio si deve saper comunque coltivare, altrimenti non è detto che vada avanti da solo.
Lo sfagno protegge le radici e aiuta la loro crescita anche più in superfice, sempre se serve; mi ripeto... per non correre il rischio di avere altri problemi si deve saper gestire un pochino.

Protegge dal freddo in inverno e dal caldo in estate, benissimo.
Questo porta ad allungare la frequenza delle annaffiature, è un bene se la pianta asciuga troppo velocemente soprattutto in piena estate, si evitano colpi di caldo. Ma ci sono casi dove allungarla troppo non è un bene, anzi, si deve valutare la situazione in tutte le stagioni, trovando una frequenza regolare e ben distribuita sempre. Anche in questo ci possono stare delle variabili da valutare caso per caso, esposizioni ecc.

Lo sfagno ha comunque un suo costo, è un materiale che va trattato, si deve preparato un pochino e lavorato in vari step.

Per cui si devono tirare le somme dei vari aspetti positivi, ma anche negativi. La dove lo sfagno è una soluzione o l'unica ... OK.

Ci sono vari rimedi alternati allo sfagno che coprono un pochino tutti i casi.

Continuo con altre valutazioni....
Se hai un bel muschio sul terreno devi fare attenzione ai concimi soprattutto i chimici.
Un bel muschio ti allunga la frequenza delle annaffiature, ma in certi casi non è un bene, come se vuoi dare più prodotti al terriccio tramite le radici. Nelle piante da formare di solito non viene usato proprio per queste ragioni, più la frequenza è corta e più darai acqua e prodotti vari.

Evidenzio un aspetto positivo, aiuta a chi usa sistemi di irrigazione a goccia in presenza di terricci moltio drenati. Ma ci sono dei rimedi alternativi anche per questo caso.
Anche per le radici in superfice ci sono rimedi alternati, bastano pochi per resti di vasi di coccio e vedrete sotto le radici come crescono.

Non voglio essere negativo allo sfagno... anzi. Solo che faccio varie riflessioni e comunque dopo anni e anni ho notato tante cosette. Ho dei vasi con del muschio in vari modi..... nessuno con lo sfagno, altri dove non lo voglio e penso che non mi serve.

E' sempre per fare due chiacchiere e un sano confronto.
avatar
Forcellone

Messaggi : 1922
Data d'iscrizione : 13.01.15
Località : Pomezia/Roma

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sfagno nel substrato al posto del terriccio

Messaggio Da Forcellone il Ven Feb 16, 2018 11:34 am

Tento per fare altre due chiacchiere e approfondire la cosa ecc.
In rete ho trovato queste notizie "di un venditore", per chi interessa l'argomento.
(cercavo del materiale per il mio giardino  Very Happy ).

[Lo SFAGNO CILENO è una specie di muschio completamente biologico, originario dal sud del Cile e di prima scelta. Grazie alla sua lunga fibra filamentosa e assorbente ha un’elevatissima capacità di ritenzione idrica, 1 kg di sfagno secco può trattenere fino a 20 litri di acqua, rilasciando quella in eccesso, rimanendo leggero e permeabile all’ossigeno. Lo sfagno del Cile è caratterizzato da un PH acido, accetta quindi i fertilizzanti, a differenza di quello europeo che marcirebbe rapidamente. Ha proprietà antibatteriche e antibiotiche, quindi sfavorisce lo sviluppo di parassiti e garantisce un miglior sviluppo dell’apparato radicale.
Lo sfagno può essere utilizzato come componente nei substrati di Orchidaceae, Bromeliaceae, Platycerium, nel radicamento di talee o per realizzare giardini verticali].
avatar
Forcellone

Messaggi : 1922
Data d'iscrizione : 13.01.15
Località : Pomezia/Roma

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sfagno nel substrato al posto del terriccio

Messaggio Da carlo brioni il Ven Feb 16, 2018 1:55 pm

Dove è commercializzato lo sfagno cileno?
In realtà in che % è opportuno miscelarlo al terriccio?
carlo

carlo brioni

Messaggi : 50
Data d'iscrizione : 17.01.18
Età : 60
Località : Scandiano prov. di Reggio Emilia

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sfagno nel substrato al posto del terriccio

Messaggio Da cosisal il Ven Feb 16, 2018 4:35 pm

Lo sfagno è usato sia in ambito bonsaistico, sia per le orchidee che per i rettili....in questi ambiti dovresti riuscire a reperirlo...
Sulle percentuali mi fermerei a quelle del TU, 20% circa forse qualcosina meno...
avatar
cosisal

Messaggi : 926
Data d'iscrizione : 12.01.15
Località : Lecce - Bari

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sfagno nel substrato al posto del terriccio

Messaggio Da stormymonday Ieri alle 3:12 pm

Lo sfagno lo uso mettere assieme alla torba per le orchidee airone, ma secondo me va bene un pò pre tutte le acidofile, epifite o semi-epifite...
Per quanto riguarda la sfagno cileno, lascerei perdere, dopo esserci cascato pure io, ora uso il bel muschio nostrano, a fibra lunga che si trova un pò dappertutto, lo faccio seccare, sminuzzato, ed il risultato è lo stesso (se non migliore) risparmiando pure dei soldi...
avatar
stormymonday

Messaggi : 292
Data d'iscrizione : 12.01.15
Località : Prov. Ferrara

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sfagno nel substrato al posto del terriccio

Messaggio Da carlo brioni Oggi alle 12:44 am

Quindi tu prendi in natura il muschio,lo fai seccare lo sminuzzi e lo torni ad utilizzare?
Se si mi spieghi bene la procedura?
ciao
carlo

carlo brioni

Messaggi : 50
Data d'iscrizione : 17.01.18
Età : 60
Località : Scandiano prov. di Reggio Emilia

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sfagno nel substrato al posto del terriccio

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum