Il mio primo Bonsai: Zanthoxilum Piperitum

Andare in basso

Il mio primo Bonsai: Zanthoxilum Piperitum

Messaggio Da Ethan il Gio Ott 12, 2017 4:53 pm

Salve a tutti,
ieri mi sono imbattuto in un esemplare molto bello di bonsai zanthoxilum (pepe sichuan) e ho deciso di comprarlo.
Premetto che sono neofita ma con tanta voglia di imparare perchè sempre affascinato dai bonsai.
Ecco il mio esemplare che dalla mia esperienza 0 sembra godere di buona salute. Very Happy Very Happy Very Happy



Come vedete dalla foto l'ho posizionato vicino ad una finestra soleggiata.
Diversi siti indicano che tale bonsai richiede annaffiature molto frequenti anche ogni giorno se il terreno risulta asciutto.
Confermate che anche in autunno/inverno va annaffiato con queta frequesta? (Io abito a Napoli, così anticipo la domanda della zona geografica)
Ho aggiunto il sottovaso con la ghiaia espansa bagnata perchè ho letto che è necessario metterlo così da manterere un certo tenore di umidità nei pressi della pianta.  

Stamattina ho pulito la superfice del terreno perchè era ricoperto dalle foglioline secche cadute e ho notato che affiorano le radici come potete vedere in questa foto:


E' normale che si vedano così scoperte le radici o devo fare qualcosa?
Ho letto che il rinvaso per questa pianta è consigliato ad inizio marzo che mi consigliare di fare? aspetto la primavera o devo rivasarlo subito perchè si vedono le radici?

Infine sembra che ha una chioma molto folta mi consigliate di sfoltirla?

Grazie in anticipo a tutti per i vostri consigli

Ethan

Messaggi : 2
Data d'iscrizione : 12.10.17

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Il mio primo Bonsai: Zanthoxilum Piperitum

Messaggio Da Dav86 il Gio Ott 12, 2017 7:06 pm

Se sei capace...potresti anche rinvasarla subito, a Napoli farà ancora caldo presumo, pure qui siamo ancora su giornate da 20 gradi e oltre e la notte fa solo fresco...
Usi pomice...e un pochino di terriccio e non tagli radici, le scrolli soltanto dai grumi di terriccio vecchio.

Mettila fuori ancora come minimo per un mese, falle prendere il sole...ma nel tuo clima potrebbe anche restare fuori tutto l'anno o comunque se la ripari in casa solo dicembre gennaio e febbraio...massimo.

_________________
avatar
Dav86

Messaggi : 2274
Data d'iscrizione : 12.01.15
Località : Torino

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Il mio primo Bonsai: Zanthoxilum Piperitum

Messaggio Da Forcellone il Ven Ott 13, 2017 9:11 am

Fai delle foto migliori, non vedo nulla.

Hai diversi dubbi che ci stanno tutti da inesperto, se riesco ti rispondo passo passo ma considera che ci saranno anche delle variabili, è così purtroppo, dipende da piccoli particolari personali di coltivazione seguire delle procedure che in alcuni casi non servono in altri si.


Ultima modifica di Forcellone il Ven Ott 13, 2017 9:40 am, modificato 1 volta
avatar
Forcellone

Messaggi : 2091
Data d'iscrizione : 13.01.15
Località : Pomezia/Roma

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Il mio primo Bonsai: Zanthoxilum Piperitum

Messaggio Da Forcellone il Ven Ott 13, 2017 9:39 am

Ethan ha scritto:
Come vedete dalla foto l'ho posizionato vicino ad una finestra soleggiata.
Potrebbe essere una soluzione per chi è "costretto" a coltivare una qualsiasi pianta tropicale in casa al posto di una serra calda.
In casa avrai il caldo ma anche altri valori non proprio idonei ad una pianta. Sei mai entrato in una serra calda in inverno?

Con il tuo clima potresti anche abituare la pianta sempre fuori all'aperto, in questo caso in inverno con temperature fredde si spoglia e si comporta come una spogliante. Ai primi tepori riparte con la vegetazione. Dipende che possibilità hai di coltivarla fuori, hai un giardino? un balcone... non so.

Ethan ha scritto:
Diversi siti indicano che tale bonsai richiede annaffiature molto frequenti anche ogni giorno se il terreno risulta asciutto.
Confermate che anche in autunno/inverno va annaffiato con queta frequesta? (Io abito a Napoli, così anticipo la domanda della zona geografica)
Ti ho evidenziato la frase che è giustissima.... ma attento a non confondere le cose. (Tutti i giorni, di solito accade in piena estate se la pianta lavora bene).
Se il terreno risulta asciutto. E' perfetto, devi sempre controllare il terreno e non altro e non è il caso che sia completamente secco.
(A dire il vero questa pianta in piena estate se il terreno è molto asciutto inizia ad abbassare i nuovi getti e le foglie, dopo poco che hai dato acqua vedrai che si tirano nuovamente su, questo accade con diverse essenza, ma non tutte al 1oo%).
Se la pianta lavora bene il terreno asciuga prima. La pianta lavorerà bene se ha tutte le condizioni a lei ottimali e in casa sarà molto difficile.
Il terreno asciuga per vari motivi, non sono solo le radici ..... (sole, aria ecc).
Per cui secondo come si coltiva e tante altre ragioni legate alla salute della pianta, questa potrebbe asciugare velocemente il terreno (ogni giorno) oppure ogni 2 o 3 gironi ecc.
Tu darai acqua solo quando si sta asciugando del tutto.

Ethan ha scritto:
Ho aggiunto il sottovaso con la ghiaia espansa bagnata perchè ho letto che è necessario metterlo così da manterere un certo tenore di umidità nei pressi della pianta.  
E' una procedura che se è fatta bene è utile per dare un pochino di umidità alle foglie. Di solito si usa nelle case, all'aperto è molto relativa la cosa.
Ho evidenzia la frase se è fatta bene perché se il vaso è a contatto in qualche modo con l'acqua presente nel sottovaso nonostante ci sia la ghiaia le radici si rovinano, marciscono. Mi sembra che tu potresti avere tale problema, vedo male dalle foto, ma forse il vaso affonda troppo nella ghiaia.

Ethan ha scritto:
Stamattina ho pulito la superfice del terreno perchè era ricoperto dalle foglioline secche cadute e ho notato che affiorano le radici come potete vedere in questa foto:

E' normale che si vedano così scoperte le radici o devo fare qualcosa?
Non vedo bene, ma è normale che le radici siano presenti sulla superfice del terreno, in particolare con l'operazione di pulizia che hai fatto tu hai tolto quel poco terriccio che le copriva, dovevi fare più attenzione, è comunque il caso di tenerle coperte con lo stesso terriccio che è presente nel vaso, ma tu ora non hai quel terriccio. Non va bene usare un altro terriccio che abbia altre caratteristiche, solo perché ti rimarrà più difficile capire se il terreno asciuga e in quanto tempo. Si dovrebbe vedere cosa c'è nel vaso, immagino molto Terriccio/Universale.
Per cui vediamo in un secondo momento la cosa, fai delle foto più chiare.

Ethan ha scritto:
Ho letto che il rinvaso per questa pianta è consigliato ad inizio marzo che mi consigliare di fare? aspetto la primavera o devo rivasarlo subito perchè si vedono le radici?
Io faccio il "vero rinvaso" a questa pianta in primavera, indicativamente Marzo, ma seguo più il tempo come si comporta che il calendario. Se ritorna del freddo la riparo un pochino in una veranda aperta.
La cosa particolare è che di solito riparte con la vegetazione molto presto, tipo inizio Febbraio, per cui mi trovo a rinvasarla sempre carica di foglie e non mi da nessun problema.

Ethan ha scritto:
Infine sembra che ha una chioma molto folta mi consigliate di sfoltirla?

Puoi tranquillamente sfoltirla, ma serve un minimo di esperienza, cosa vai a tagliare?
Hai una forbice idonea affilata? Almeno per i getti più teneri.
Se elimini dei rami? Hai una pinza per bonsai specifica?
Non penso.... scratch

Ci aggiorniamo. Wink
avatar
Forcellone

Messaggi : 2091
Data d'iscrizione : 13.01.15
Località : Pomezia/Roma

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Il mio primo Bonsai: Zanthoxilum Piperitum

Messaggio Da Ethan il Gio Ott 26, 2017 6:20 pm

ciao ragazzi grazie per le info.
aggiungo altre foto a distanza di 2 settimane.
Vista intera dell'essenza:


Vista dall'alto con dettaglio sui rami della chioma:


Vista dal basso dei rami:


Forbice usata per la potatura delle foglie:


La pianta sembra si sia adattata bene alla nuova posizione, sta continuando a fare nuove cacciate.
Per quanto riguarda il sottovaso, ho messo della ghiaia anche sotto il vaso così da non mettere a contatto la base del vaso con l'eventuale acqua
(faccio molta attenzione a non creare ristagni nel sottovaso quando innaffio). Controllo tutti i giorni il terreno prima di decidere se annaffiare(controllo anche il peso del vaso) e sto utilizzando il metodo delle 3 fasi con innaffiatura a pioggia solo dall'alto.

La mia perplessità più grande è se la pianta è pronta ad una potatura di impostazione oppure devo aspettare ancora e limitarmi ad una pinzatura per mantenere questo profilo?
Inoltre visto i tanti rami faccio fatica ad immaginarmi una forma che non sia quella attuale e quindi non riesco a capire quale ramo togliere e quale tenere.

Inoltre per il rinvaso ho letto informazioni e consigli contrastanti: c'è chi mi consiglia akadama, pomice e tu in percentuale 40-40-20 e chi invece di evitare l'akadama e di usare la sabbia di fiume e tu (65-35), etc. (addirittura ho letto su un forum che predilige terreno acido ma mi sembra molto strano!!!)
Idem per il vaso: vaso un pò più profondo vs vaso tipico da bonsai già da subito e procedere subito al rinvaso perchè il terriccio non è l'ideale e si vedono le radici fuori dal terriccio in superficie.

Forcellone, Se riesci mi servirebbero quindi consigli su:


  • rinvaso adesso (SI/NO) e se si che tipo di vaso.
  • micela di terriccio
  • potatura di impostazione a breve e che consigli sulla forma da dare.

Ethan

Messaggi : 2
Data d'iscrizione : 12.10.17

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Il mio primo Bonsai: Zanthoxilum Piperitum

Messaggio Da Forcellone il Ven Ott 27, 2017 8:39 am

Da come dici la pianta sta benone per cui non rinvasare. Chi la sa coltivare non ha problemi a portarla alla primavera, sono pochi mesi, poi rinvasi in tutta sicurezza e in questi mesi impari a coltivarla, in questo modo non rischi inutilmente di perderla. Non vedo neppure le necessità di un falso rinvaso.

Per il terriccio io uso un mix di pomice, Akadama e T.U. normale, non acido. Le percentuali le faccio ad occhio, indicativamente come hai scritto tu.
Per la potatura di impostazione si deve vedere la struttura, se come dici ti è piaciuta come è ora, perché cercare altro?

Il vaso più o meno idoneo è legato anche a cosa vuoi ottenere con la coltivazione. Se è già un bonsai trova un vaso idoneo per farlo "bello", se vuoi farlo crescere cerca una ciotola di coltivazione e non badare all'estetica.
avatar
Forcellone

Messaggi : 2091
Data d'iscrizione : 13.01.15
Località : Pomezia/Roma

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Il mio primo Bonsai: Zanthoxilum Piperitum

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum