Bonsai in vaso "normale" e quesito su akadama

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Bonsai in vaso "normale" e quesito su akadama

Messaggio Da franzacurta il Ven Mar 03, 2017 6:54 pm

Ho un paio di quesiti malati...

Quesito 1.
Ok, un bonsai coltivato in un vaso "normale", più profondo che largo per intenderci, non è un bonsai.
Ma fisiologicamente una pianta mantenuta e rinvasata in vasi "normali" è in grado comunque nel tempo di sviluppare le caratteristiche di una pianta bonsai? Il vaso bonsai è solo un requisito estetico, tradizionale, oppure ha una valenza per lo sviluppo della pianta?

Quesito 2.
L'akadama è sostanzialmente un substrato inerte. Sono cioè le caratteristiche fisiche che la rendono particolarmente idonea per ospitare l'apparato radicale della pianta. Dal punto di vista chimico non cede elementi nutritivi alla pianta, né micro né macro elementi. Ma allora perché è necessario sostituirla? Non è sufficiente mantenere nel vaso la stessa granulometria?

franzacurta

Messaggi : 29
Data d'iscrizione : 02.06.16

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Bonsai in vaso "normale" e quesito su akadama

Messaggio Da Giorgioc il Ven Mar 03, 2017 7:33 pm

1 - vasi di coltivazione più larghi che alti aiutano a sviluppare un nebari allargato. Inoltre si abitua l'apparato radicale al futuro vaso bonsai

2 - l'akadama con il tempo si degrada e perde la granularita'

_________________
avatar
Giorgioc

Messaggi : 1312
Data d'iscrizione : 09.01.15
Età : 56
Località : Montagnana (PD)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Bonsai in vaso "normale" e quesito su akadama

Messaggio Da Dav86 il Ven Mar 03, 2017 8:12 pm

Aggiungo: nonostante anche tra i "pro" ci sono persone che usano x, persone che usano y, persone che usano z e tutti e tre magari ottengono eccezionali risultati, l'uso dell'akadama io consiglio di farlo COMBINATO IN MIX con altri substrati sempre granulosi che offrono diverse caratteristiche, tipo l'ottima pomice (o in alternativa il lapillo vulcanico che però non è il top tra i substrati come resa) o la più cara e magari difficile da trovare kiryuzuna o la kanuma in caso di acidofile.

TUTTI sono substrati chimicamente "stabili", inerti e "concettualmente" privi di sostanze nutritive e sostanza organica, che si forniscono con le concimazioni (anche se possono magari contenere dei microelementi ma lì dipende dal sito d'estrazione).

_________________
avatar
Dav86

Messaggi : 2194
Data d'iscrizione : 12.01.15
Località : Torino

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Bonsai in vaso "normale" e quesito su akadama

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum