La pratica del bonsai.

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: La pratica del bonsai.

Messaggio Da Muschio il Ven Feb 03, 2017 11:42 am

quello che fa chi coltiva una pianta in vaso (o alleva un gatto in casa se vogliamo) e' innaturale siamo d'accordo, ma non ha niente a che vedere con la sofferenza o altri sentimenti umani..
La natura non è un mondo dove le creature convivono in armonia, ma al contrario è un equilibrio in cui la vita di ciascuno dipende sempre dalla morte e lo sfruttamento di qualcun altro..

Personalmente non ho nessuna empatia verso un ginepro piegato dal filo di rame o una pianta capitozzata.. Ho piu' empatia nel vedere una vecchia pianta in attecchimento raccolta chissà dove , non per la sofferenza della pianta, ma per il buco che c'e' al suo posto nel luogo in cui e' stata raccolta..


Muschio

Messaggi : 515
Data d'iscrizione : 18.01.15
Località : Roma

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La pratica del bonsai.

Messaggio Da nicola76(decimo) il Ven Feb 03, 2017 10:32 pm

Se mi limitassi a riflettere e a considerare le tecniche di coltivazione e formazione bonsai esclusivamente da un punto di vista "antropologico e sentimentale (empatico) " se mi passate la terminologia, penso che probabilmente mi chiederei cosa mi giustifichi a farlo.

Prendere un anonimo ginepro da vivaio, svasarlo liberare e scoprire piede radici radicali, gran forbici in mano pulizia profonda e altamente invasiva della chioma scelta del fronte spellamento e lavorazioni a jin dei monconi appositamente lasciati e via via...non so...penso che poco o tanto un minimo di empatia e qualche interrogativo si accenderebbe in ciascuno di noi.

Chiaro che ci si mette passione e cognizione di causa in queste operazioni e si cerca di operare con l'intento di rendere interessante ed evocativo suddetto ginepro...

Non so se ricordate ma tempo fa girava un video di un signore armato di motosega che tenendo un ceppo cilindrico con un piede lo segava partendo dalla base per lungo e poi inseriva un ceppo nella spaccatura...camera d'aria, rafia e mastice ecc ecc e otteneva velocemente una buona conicita'...

Più che l' idea di dolore e sofferenze o maltrattamenti credo venga più spontaneo ricercare la giustificazione o motivazione che ci spinge a farlo...parere personale...io ne combino di tutte e sapete da che parte vedo la faccenda...mi sono confrontato con un conoscente che semina di tutto e di più...scambio di semi ecc e appena ho provato a fargli considerare l'idea di imbustare una sua pianta di prunus s'è davvero offeso chiedendomi da dove sbucava questa cavolata...

nicola76(decimo)

Messaggi : 425
Data d'iscrizione : 24.06.15
Età : 41
Località : Venezia

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La pratica del bonsai.

Messaggio Da scarboc il Sab Feb 04, 2017 12:53 pm

Nicola io la penso come te.
Non mi illudo del fatto che le piante coltivate in modo così estremo non soffrano e siano al top della loro espressione: la loro espressione è quella di nascere e crescere anche decine di metri senza essere mai potate.
Parliamo sempre di stress quando le lavoriamo: stress da rinvaso a radici nude, stress da estreme potature, cicatrici da coprire, foglie da rimpicciolire, parliamoci chiaro, sottoponiamo le nostre piante a pratiche abbastanza estreme che in natura avverrebbero raramente mgari a causa di parassiti mangiafoglie o vento che spezza i rami, tant'è che quando sbagliamo (perchè a parte i bonsaisti esperti, noi si sbaglia spesso) la pianta ritira linfa e perde rami, oppure un ginepro  a squame va in ago, oppure fa fatica a ripartire perchè non lasciamo gemme e le deve creare ex novo, o perdono linfa per giorni e giorni...
L'importante ed essenziale, visto che comunque siamo tutti amanti degli alberi e non siamo giardinieri pazzi, è la profonda conoscenza della fisiologia della pianta e supportarla con qualsiasi mezzo, prima di tutto scegliere i momenti giusti per le operazioni più invasive, perchè è innegabile che la pianta soffra.
Ecco, ad esempio io non riuscirei mai ad eseguire scempi con motoseghe e pieghe a 90°, se è necessaria un'operazione del genere forse la pianta non era adatta per quella forma o per diventare bonsai, credo di più nelle filature e nelle potature, però appunto, so benissimo che questi interventi "provano" la pianta che deve continuamente ricorrere a sforzi vegetativi non indifferenti.
Ora, la sofferenza e il dolore sono chiaramente espressione soggettiva di ogni specie; il fatto che non "sentano" come noi non ci autorizza a farne ciò che vogliamo, perchè la loro fisiologia ha comunque elaborato strategie di difesa che sono l'esternazione ad un'offesa di cui dobbiamo tenere conto; insomma, si deve agire sempre con rispetto e cognizione di causa, non alla cavolo perchè "tanto è solo una pianta".
In un racconto che ho letto uno si chiedeva: ma se arrivasse una razza aliena con un tipo di sensibilità centinaia di volte più raffinata della nostra, e quindi un dolore e una sofferenza altrettanto estremi, come considererebbero la nostra?
Non voglio filosofeggiare eh, era solo per chiacchierare.

_________________
avatar
scarboc

Messaggi : 1575
Data d'iscrizione : 10.01.15
Località : provincia di Cremona

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La pratica del bonsai.

Messaggio Da Tiger il Sab Feb 04, 2017 2:13 pm

Vi immaginate se le nostre piante diventassero come quella del film "La piccola bottega degli orrori", allora? affraid Laughing lol!

_________________
avatar
Tiger

Messaggi : 1605
Data d'iscrizione : 09.01.15
Età : 42
Località : Montevarchi (Ar) (m.s.m 200)

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La pratica del bonsai.

Messaggio Da Forcellone il Sab Feb 04, 2017 6:48 pm

Quella tecnica della sega è molto utilizzata.
Se si sa fare è come le altre lavorazioni che facciamo spesso. Era il famoso Kimura... quella pianta in seguito ha dato il meglio di se in mano al Maestro.
Ragazzi, ma nei viali delle vostre città o paesi non potano gli alberi? Alcune volte anche pesantemente?
Certi alberi in miniatura per le scarpate rocciose sono piccoli da soli per dove crescono.... nessuno fa nulla solo la natura ... gli stessi alberi poco più distanti che crescono il vallate sono 'normali'.
avatar
Forcellone

Messaggi : 1766
Data d'iscrizione : 13.01.15
Località : Pomezia/Roma

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La pratica del bonsai.

Messaggio Da nicola76(decimo) il Sab Feb 04, 2017 10:56 pm

Da prendere per ciò che vale cioè una battuta...un principiante come me che viene a far pratica al nuovo club di professione fa il giardiniere...a quanto ho capito piantuma,pota,aggiusta,abbatte,cura piante di ogni dimensione con attrezzature attinenti dalla pala al bulldozer (professione ampiamente diffusa in zona da me) .

Durante la prima dimostrazione pratica vi invito ad indovinare chi continuamente faceva battute (ironiche)sulle lavorazioni....del tipo..."...oh ma se quella pianta potesse parlare!!! :-) :-)"
Comunque probabilmente mi sono espresso male nel commento precedente...:-) :-)

nicola76(decimo)

Messaggi : 425
Data d'iscrizione : 24.06.15
Età : 41
Località : Venezia

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La pratica del bonsai.

Messaggio Da nicola76(decimo) il Sab Feb 04, 2017 11:08 pm

Non mi meraviglio in senso negativo delle varie tecniche...sulla coscienza avrò un paio di centinaia di talee fallite sulla coscienza di ogni tipo di pianta passsatami per le mani...sarei processato come un Pacciani solo dal melograno che ho in giardino...io cerco di imparare e "rubare con gli occhi" un po'di tutto nella pratica bonsai.

Allo stesso tempo posso recepire e tollerare un certo tipo di fastidio nelle persone che si indignano...(rimane comunque un concetto "distorto da una sensazione di empatia verso i vegetali".

nicola76(decimo)

Messaggi : 425
Data d'iscrizione : 24.06.15
Età : 41
Località : Venezia

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La pratica del bonsai.

Messaggio Da Dav86 il Sab Feb 04, 2017 11:10 pm

Comunque a livello generale e superficiale, i "non addetti ai lavori" diciamo...hanno innati sentimenti di delicatezza e di emotività verso i bonsai di medio-piccole dimensioni, è più forte di loro, pensano che in vasetti piccoli ci siano creaturine delicate costrette e abusate dall'uomo, mentre in realtà un albero in natura alto 50 metri è spesso "potenzialmente" più delicato di un bonsai di 50 cm...soprattutto se il legno interno ha molti punti esposti alle intemperie e agli agenti patogeni. Oltre al fatto che un pino è un pino sulla montagna, in una vallata, in un giardino, in un'aiuola, in un vaso di 30 cm...stesse necessità basilari per la sopravivvenza.
Anche l'operazione più "innaturale" di tutte forse, cioè il rinvaso con taglio/rinnovo di parte dell'apparato radicale, in realtà rende potenzialmente immortale e perpetua la pianta, che in natura ha una vita comunque "finita" e non si rigenera all'infinito, anche se alcuni alberi hanno parecchi millenni stimati di vita prima o poi cedono strutturalmente e muoiono inesorabilmente.

_________________
avatar
Dav86

Messaggi : 2126
Data d'iscrizione : 12.01.15
Località : Torino

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La pratica del bonsai.

Messaggio Da scarboc il Sab Feb 04, 2017 11:13 pm

Forcellone ha scritto:
Ragazzi, ma nei viali delle vostre città o paesi non potano gli alberi? Alcune volte anche pesantemente?
Si, spesso indebolendo piante che cadono o marciscono o perdono stabilità.
Le ferite ricallano e le radici si ricostruiscono (quando lo si fa per bene come dice giustamente Dav), ciò non toglie che le piante starebbero meglio se non gli si facesse niente, o almeno così penso io.

_________________
avatar
scarboc

Messaggi : 1575
Data d'iscrizione : 10.01.15
Località : provincia di Cremona

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La pratica del bonsai.

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum